Sorrento in bici

Sorrento

Si può facilmente intuire la rilevanza di Sorrento, meta turistica famosa nel mondo che dà il nome all'intera costa e penisola, grazie alla posizione, storia, punti d'interesse, ospitalità, gastronomia e molto altro. Territorio conteso, è stato nelle epoche sotto il dominio di diversi popoli, fino a diventare un Ducato indipendente (rivaleggiante anche con la vicina Repubblica di Amalfi) nel IX secolo, per poi successivamente fondersi con il Regno di Sicilia nel XII. Il comune attualmente copre un'ampia fetta della Penisola Sorrentina, la seconda a partire dalla punta dopo Massa Lubrense, con il centro situato su un ripido promontorio affacciato sul Golfo di Napoli dalla Costiera Sorrentina. Servirebbero più giorni per visitare tutti i punti d'interesse, tra cui la Cattedrale dedicata ai Santi Filippo e Giacomo, la Basilica del patrono Sant'Antonino, Piazza Tasso con le statue del Santo patrono e del poeta Torquato Tasso, le spiagge e il porto alle frazioni di Marina Grande e Marina Piccola, il Museo Correale di Terranova, i bagni della Regina Giovanna, e i numerosi negozietti lungo il Corso Italia e nella stretta Via San Cesareo. Il centro storico ha anche una vita notturna molto vivace, con numerosi bar, ristoranti, pub e locali vari, affollati ad ogni orario.
Spostandosi su nell'area collinare, si raggiungono zone rurali meno affollate, dove ammirare le terrazze e i giardini in cui si coltivano i prodotti locali: noci, uva, olive e in particolar modo le arance e i limoni di Sorrento (da non confondere con la varietà diversa di quelli di Amalfi), utilizzati per preparare marmellate o dolci tipici come la Delizia al Limone. Se le biciclette, specialmente le elettriche, sono abbastanza diffuse per spostarsi nel paese, è tra le frazioni più tranquille che si può apprezzarle al meglio; consigliamo un giro attraverso Priora, o la più nascosta Casarlano. Sorrento è stata per anni il punto di partenza della gara ciclistica Tirreno-Adriatico, ma è un'ottima base anche per tour cicloturistici giornalieri dato che, usciti dal centro trafficato, ci si può dirigere su diversi circuiti attorno alla Penisola attraverso Massa Lubrense, verso Positano e la Costiera Amalfitana, o sull'impegnativa scalata del Monte Faito. Aspettatevi qualche dura salita con tratti anche ripidi su qualsiasi itinerario, prendendo in considerazione la scelta di una e-bike se non volete affaticarvi troppo.

Possiamo portare le nostre bici a noleggio (fino a 4 alla volta) qui ad una tariffa di 30 € a tratta, 50 € per consegna e ritiro.

E adesso? Torna a una panoramica della zona o dai un'occhiata ai nostri servizi!

Un attimo solo…