Amalfi in bici

Amalfi: Antica Repubblica Marinara.

Stemma di Amalfi

Un tempo al centro di una delle Antiche Repubbliche Marinare (come Genova, Pisa e Venezia), il comune di Amalfi copre una superficie molto più ridotta al giorno d'oggi, ma continua ad essere un'attrazione principale della Costiera Amalfitana, a cui cede il nome, e racchiude un immensa ricchezza di storia e cultura.
Fondata dai romani nel V secolo come villaggio di pescatori, divenne presto una roccaforte e base di commercio sul Mediterraneo contesa in molte battaglie. Raggiunse il picco tra il IX e l'XI secolo, quando fu indipendente come repubblica e ducato, con la propria valuta, il Tarì.
Sebbene la sua economia principale sia passata dalla pesca, al commercio, al turismo di oggi, il suo prodotto tipico principale resta ancora il limone sfusato amalfitano, che viene trasformato in imperdibili prelibatezze. Dalla "Delizia al limone", al limoncello da sorseggiare a fine pasto, troverete in vendita numerosi altri prodotti basati su questo frutto, da provare o portar via come souvenir.
Amalfi affaccia sul mare, quindi in molti vengono solo per godersi la spiaggia; tuttavia, come per il resto della costiera, la parte montana è altrettanto rilevante, ed c'è molto da scoprire passeggiando per i suoi sentieri o anche solo tra i vicoletti del paese. Le frazioni Pogerola e Tovere sono situate più su tra i monti, ed offrono fantastiche vedute e maggiore tranquillità, al costo di un minor accesso a servizi e trasporti.
L'atmosfera del paese cambia drasticamente in base alla stagione, passando dal freddo e la tranquillità invernale, al caldo e caos in estate. Come per altre località turistiche popolari della zona, il periodo migliore per una visita è nelle mezze stagioni, in primavera o autunno.

Amalfi… dal punto di vista ciclistico:

Amalfi è la nostra sede operativa, dove si trovano il nostro deposito e le bici; tuttavia, non è questo l'unico motivo che ci spinge a considerarla un punto di partenza ideale per un tour cicloturistico: che siate alla ricerca di un giro giornaliero o di più giorni di pedalata, la posizione centrale di Amalfi offre una vasta scelta di diversi percorsi. Ci si può dirigere a sud-ovest verso Positano, ad ovest e salire ad Agerola, nord per Ravello o nord-est verso Vietri sul Mare, e godersi un diverso percorso medio-lungo in ciascuna direzione.
Restando in zona, invece, il centro storico è piuttosto piccolo e pedalare per il paese non è il massimo in alta stagione, quando diventa molto affollato. Talvolta però è inevitabile attraversarne la strada per poter lasciare il paese; nel caso non siate abbastanza agili e abituati, meglio portare la bici a mano per un po'. Fare molta attenzione anche al traffico stradale nel raggio di un paio di chilometri dal centro, senza abbattersi: una volta fuori si inizia a godersi la pedalata al meglio, e a capire il perché tutti apprezzino nonostante le poche sezioni trafficate.
Dirigendosi ad ovest, si attraversano subito le piccole frazioni Pastena, Lone e Vettica Minore. Pogerola e Tovere, invece, sono più ad alta quota e bisogna deviare dalle strade principali per raggiungerle. Sono buone mete per una brevi ma intense scalate, ma tenetelo presente nel caso stiate scegliendo un alloggio ad Amalfi e risulta in tali frazioni: vi aspetterà una salita ripida al ritorno!
Il centro di Amalfi è invece sul mare per cui, qualsiasi direzione scegliate, s'inizierà con un duro riscaldamento in salita. Il lato positivo è che il giro terminerà sempre con una piacevole discesa!
Il nostro deposito è nella via interna del paese, a poche centinaia di metri dalla piazza, ma è una zona a traffico limitato per residenti: nel caso vogliate raggiungerci in auto per ritirare le bici o iniziare un tour, bisognerà parcheggiare all'esterno (ad es. al parcheggio del porto o al garage Luna Rossa verso Atrani, entrambi a pagamento, non essendoci posti gratuiti in zona) e proseguire a piedi per 10/15 minuti. Consigliamo sempre l'uso dei mezzi pubblici, specialmente i traghetti, per raggiungerci in alta stagione.

Potete ritirare le bici a noleggio qui presso il nostro deposito, o possiamo portarle presso il vostro alloggio (a livello strada) all'interno del centro di Amalfi senza costi aggiuntivi. La consegna (di fino a 4 bici alla volta) verso le frazioni Lone, Pastena, Pogerola, Tovere e Vettica Minore, invece, hanno una tariffa di 10 € a tratta, 20 € per consegna e ritiro.

Non fermarti qui! Puoi trovare questi paesi che confinano con Amalfi:
Agerola, Atrani, Conca dei Marini, Furore e Scala.

Alcune attrazioni che consigliamo di visitare qui:

Valle dei Mulini

Se apprezzate l'escursionismo e vi resta abbastanza tempo, aggiungete questa alla lista di cose da fare. Questo sentiero, composto da scalini, vi condurrà attraverso una natura selvaggia e antiche rovine di ferriere e cartiere, seguendo il fiume Chiarito con le sue cascate. Continuate a seguirlo e raggiungerete la sorgente nella Riserva Statale Valle delle Ferriere, nel comune di Scala. Normalmente bastano poche ore per questa escursione relativamente breve.

Dai un'occhiata al suo sito web.

Duomo di Amalfi

Giunti nella piazza principale di Amalfi, si nota immediatamente l'imponente Cattedrale in cima a una lunga scalinata. Questa chiesa, dedicata all'apostolo Sant'Andrea, patrono del paese, fu inizialmente fondata nel X secolo, ma ha subito svariate modifiche e ricostruzioni da allora, ereditando differenti stili architettonici come il romanico, barocco e rococò. Al suo fianco, è possibile visitare anche il Museo Diocesano.

Museo della Carta

La carta a mano di Amalfi, o "Charta Bambagina", è un prodotto tipico storico del paese risalente al periodo medievale. È ancora possibile trovare campioni di questo particolare tipo di carta, ancora usato per souvenir o comunicazioni importanti come le partecipazioni di nozze. Lungo la Valle dei Mulini è possibile ammirare le rovine delle antiche cartiere, ma fortunatamente non tutte sono andate distrutte e la produzione è ancora attiva. È possibile visitare questo museo per scoprirne il procedimento.

Dai un'occhiata al suo sito web.

Museo della Bussola e del Ducato Marinaro

Situato all'interno dell'Antico Arsenale della Repubblica, questo museo ripercorre la storia dell'antico ducato, e della bussola che, secondo le leggende, fu inventata dall'amalfitano Flavio Gioia (ritratto dalla statua nella rotonda centrale). La storia fu però smentita, in quanto pare che lo strumento fu importato dalla Cina, e solo introdotto e migliorato qui.

Questo è solo un rapido sommario e probabilmente c'è molto di più che vale la pena di vedere: esortiamo a eseguire ulteriori ricerche, anche per verificare orari di apertura, tariffe e altri dettagli aggiornati delle attrazioni elencate.

Eventi locali annuali degni di nota:

Palio delle Antiche Repubbliche Marinare

Giugno

Per rievocare le imprese e rivalità tra le Antiche Repubbliche Marinare di Amalfi, Genova, Pisa e Venezia, questa gara su galeoni tradizionali si svolge ogni anno tra fine maggio e inizio luglio. Si alterna tra le quattro città per cui, ogni quattro anni, l'evento ha luogo ad Amalfi.

Dai un'occhiata al suo sito web.

Feste patronali di Sant'Andrea

27 giugno e 30 novembre

Sant'Andrea è il patrono di Amalfi ed è celebrato in queste feste con una processione e uno spettacolo pirotecnico. Da tradizione, al termine della processione, la statua d'argento viene trasportata di corsa sulle scale del Duomo.
L'evento principale è a novembre, ma viene festeggiato una seconda volta in estate, ricordando il giorno di uno dei suoi miracoli. Si crede, infatti, che il Santo salvò il paese da un attacco pirata nel XVI secolo, generando una forte tempesta che ne distrusse la flotta.

Festa della Patata

Luglio / Agosto

La frazione Tovere si anima per celebrare il raccolto delle patate con questa sagra estiva, dove è possibile degustare un pasto completamente a base di questo saporito ortaggio.

Festa della Zucca e della Zucchina

Agosto

Godetevi la vista dalla frazione Pogerola, mentre gustate deliziosi piatti preparati con zucche e zucchine fresche a questa sagra estiva.

Capodanno Bizantino

31 agosto - 1 settembre

Amalfi ed Atrani celebrano l'inizio del nuovo anno fiscale dell'Antica Repubblica Marinara l'1 settembre quando, nel IX e X secolo, nuove cariche salivano al potere nominate dall'Impero d'Oriente. Il festival si svolge con esibizioni dal vivo e un corteo storico.

Dai un'occhiata al suo sito web.

Durante questi eventi, il paese è più affollato e potrebbe esserci molto traffico o pochi parcheggi liberi: tenetelo a mente se volete raggiungerlo o attraversarlo in queste date.
Alcuni eventi potrebbero subire variazioni, o non essere organizzati affatto per qualche anno. Controllate il programma aggiornato di quelli a cui vorreste partecipare.

E adesso? Torna a una panoramica della zona o dai un'occhiata ai nostri servizi!

Un attimo solo…