Napoli

Napoli

Stemma di Città Metropolitana di Napoli

Napoli, perla e città più importante del sud Italia, crocevia di culture, meta famosa nel mondo, ricca di storia e di arte, patria di pilastri della gastronomia italiana, un gran numero di monumenti, "o' mar e o' sol", e tanto altro. Ci sarà un buon motivo se il suo vasto Centro Storico (con i suoi tipici vicoletti) è stato dichiarato sito patrimonio mondiale dall'UNESCO; come potremmo riassumere qui tutto ciò che c'è da vedere e scoprire? Non possiamo, e nemmeno ci proviamo, essendo al di fuori del nostro ambito, ma questa breve introduzione potrebbe aiutarvi e spronarvi ad ulteriori ricerche, se deciderete di farvi sosta prima di arrivare in Costiera Amalfitana. Dopotutto, venendo da nord, è una tappa obbligatoria per dirigersi verso Salerno o Sorrento.
Napoli è il capoluogo della Campania, e della ex provincia, ora Città Metropolitana, che include i paesi dell'area circostante, tra cui quelli del versante ovest della Penisola Sorrentina. Ma la città è piuttosto vasta già per conto suo, con una superficie di quasi 120 km² e poco meno di 1 milione di abitanti. Si affaccia sul Mar Tirreno dal centro del golfo omonimo, ma si estende all'interno sulle sue colline. Essendo piuttosto ampia e con molto da vedere, ma anche con zone molto caotiche e strade trafficate, consigliamo di non improvvisare o girovagare senza meta, ma piuttosto prepararsi un itinerario in anticipo o, ancor meglio, ingaggiare una guida locale o unirsi a un tour di gruppo. Si possono trovare anche escursioni guidate della città in bicicletta, un ottimo modo per raggiungere molti punti d'interesse in una sola giornata. Ma l'elenco è lungo, con numerosi musei, castelli, chiese, ville, parchi, belvederi, piazze, fontane e monumenti, che non iniziamo neanche ad elencare; ci vorrebbe almeno una settimana, o un viaggio apposito, per esplorarla a fondo, e in una o due giornate bisogna decidere bene cosa visitare, in base alle preferenze personali.
Ciò che è certo è che, a prescindere dalla durata della permanenza, non ci si può esimere dall'assaggiare il cibo locale, su cui vogliamo soffermarci vista l'influenza che ha anche sulla nostra zona (molte delle specialità della città sono diffuse in tutta la regione). Si parte ovviamente dalla pizza cotta in forno a legna (su tutte le semplici margherita e marinara): anche se si trova in tutta Italia, più ci si avvicina a Napoli e più ne si scopre il sapore autentico. Stessa cosa per il caffè espresso, che qui è una vera e propria istituzione, e rito imprescindibile. Poi abbiamo l'impepata di cozze, la caprese, il polpo "alla Luciana", spaghetti con le vongole o ai frutti di mare, pasta e fagioli con le cozze, paccheri al ragù, e così via. Per pasti più veloci, Napoli offre del cibo di strada da leccarsi i baffi, tra cui le pizzette, anche fritte o a portafoglio, calzoni, il brodo di polpo, il cuoppo di paranza e svariate altre fritture. Dulcis in fundo, da aggiungere ai numerosi dessert tipici dell'intera regione, le specialità della città, il babà e la sfogliatella.
Cos'altro menzionare nel poco spazio rimasto? Il dialetto napoletano, con influenze dalle lingue spagnola, araba, inglese, greca antica e latina? Lo stile di vita rilassato e la cultura dell'ospitalità degli abitanti? Il crimine organizzato che, purtroppo, ne infanga la reputazione (non fatevi scoraggiare da questo, le zone turistiche sono abbastanza tranquille, ma bisogna fare sempre attenzione ai borseggiatori in centro)? La famosa squadra di calcio (attenzione al traffico nei giorni in cui gioca in casa, mentre durante le partite la città si ferma a guardarle)? L'amato patrono San Gennaro, festeggiato il 19 settembre? La musica popolare, con brani cantati in tutto il mondo? Il Monte Vesuvio, sempre visibile sullo sfondo, e le stupende isole Ischia, Procida e Vivara appena al largo? Al di là di alti e bassi, non si può ignorare tutto ciò che Napoli ha da offrire, e va tenuta in considerazione mentre pianificate la vostra vacanza e, se vi piacciono le città, non può mancare nell'itinerario prima di spostarvi sui paesini della nostra costa.

Se pensate di iniziare a pedalare e finire sempre a Napoli, probabilmente potete trovare altri noleggi bici in quella zona senza dover pagare costi di consegna o ritiro. Ciò nonostante, è un servizio che possiamo offrire, and una tariffa di 50 € a tratta, ma vi consigliamo vivamente di partire e terminare a Sorrento o Salerno, per evitare strade sgradevoli e trafficate.

Altre mete nei dintorni della Penisola Sorrentina:


Torna a una panoramica della zona. Oppure, guarda qualche foto!

Un attimo solo…